Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


BES: schema di Piano annuale per l'inclusione E-mail
Risorse - Bisogni Educativi Speciali
Mercoledì 26 Giugno 2013 14:09
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Le Circolari e Direttive Ministeriali sui Bisogni Educativi Speciali invitavano ogni singola scuola, entro il mese di giugno, a redigere un Piano Annuale per L’Inclusione.

In realtà si sta discutendo se differire questo adempimento a settembre (cosa già fatta dall'USR Piemonte, ad esempio) per le notevoli difficoltà di varia natura  incombenti sulle scuole e sui docenti.

A redigere questo documento dovrà essere un gruppo di lavoro che assume la denominazione di Gruppo di lavoro per l’inclusione (in sigla GLI) e svolge le seguenti funzioni:

  • rilevazione dei BES presenti nella scuola;
  • raccolta e documentazione degli interventi didattico-educativi posti in essere anche in funzione di azioni di apprendimento organizzativo in rete tra scuole e/o in rapporto con azioni strategiche dell’Amministrazione;
  • focus/confronto sui casi, consulenza e supporto ai colleghi sulle strategie/metodologie di gestione delle classi;
  • rilevazione, monitoraggio e valutazione del livello di inclusività della scuola;
  • raccolta e coordinamento delle proposte formulate dai singoli GLH Operativi sulla base delle effettive esigenze, ai sensi dell’art. 1, c. 605, lettera b, della legge 296/2006, tradotte in sede di definizione del PEI come stabilito dall'art. 10 comma 5 della Legge 30 luglio 2010 n. 122 ;
  • elaborazione di una proposta di Piano Annuale per l’Inclusività riferito a tutti gli alunni con BES, da redigere al termine di ogni anno scolastico (entro il mese di Giugno).

A tale scopo, il Gruppo procederà ad un’analisi delle criticità e dei punti di forza degli interventi di inclusione scolastica operati nell’anno appena trascorso e formulerà un’ipotesi globale di utilizzo funzionale delle risorse specifiche, istituzionali e non, per incrementare il livello di inclusività generale della scuola nell’anno successivo. Il Piano sarà quindi discusso e deliberato in Collegio dei Docenti e inviato ai competenti Uffici degli UUSSRR, nonché ai GLIP e al GLIR, per la richiesta di organico di sostegno, e alle altre istituzioni territoriali come proposta di assegnazione delle risorse di competenza, considerando anche gli Accordi di Programma in vigore o altre specifiche intese sull'integrazione scolastica sottoscritte con gli Enti Locali. A seguito di ciò, gli Uffici Scolastici regionali assegnano alle singole scuole globalmente le risorse di sostegno secondo quanto stabilito dall’ art 19 comma 11 della Legge n. 111/2011.

Ecco uno schema di Piano Annuale per l’Inclusione elaborato da Orizzontescuola

Articoli correlati

Written on 11 Ottobre 2015, 08.14 by orvano
In un nuovo articolo sulla gestione delle relazioni con bambini oppositivi, Enrica Ciullo pone l'attenzione su alcuni aspetti...
Written on 06 Ottobre 2015, 14.06 by orvano
immagine: www.mammemagazine.it Si ripetono con una certa frequenza a scuola casi di mutismo selettivo, una condizione legata...
Written on 11 Ottobre 2013, 21.05 by
  Stiamo tutti attendendo la nuova circolare MIUR sui Bisogni Educativi Speciali per capire tempi e modalità di attuazione...
Written on 15 Novembre 2014, 17.13 by orvano
Condivido questa mappa sui BES, realizzata da Linda Manzoni di AID Monza Brianza. Credo che schematizzi efficacemente le...
Written on 06 Marzo 2015, 20.45 by orvano
Dopo il notevole interesse suscitato dal primo video con suggerimenti per gestire atteggiamenti oppositivi e provocatori in classe, eccovi...
Written on 09 Aprile 2015, 17.43 by orvano
foto: www.ic-ippolitonievo.it I video di Anna La Prova sulla gestione dei bambini oppositivi hanno suscitato un discreto interesse tra...

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Il Meteo

Foto Satellitari in tempo reale - Italia e tutti i paesi Europei

Sito segnalato da

banner

Radio Online

free online radio