Pocket Code: usare dispositivi Android per il Coding in classe Stampa
Risorse - Dispositivi mobili
Scritto da Administrator   
Lunedì 21 Marzo 2016 20:59

Scratch non è l'unico linguaggio di introduzione al Coding che utilizza il formato dei blocchi. Esiste infatti anche Catrobat, il linguaggio di programmazione integrato in Pocket Code.

La complessità dei comandi logici in Pocket Code è decisamente maggiore rispetto a quelli di Scratch, per cui si tratta di un'app utilizzabile da bambini di una fascia di età almeno superiore a 7 anni.

Pocket Code consente ai bambini di sviluppare giochi e animazioni utilizzando le risorse grafiche e musicali integrate nell'applicazione, i blocchi di comando e la loro immaginazione. Oltre a questo, è possibile anche modificare a proprio piacimento giochi già creati.

Tutti i giochi e le animazioni creati o modificati possono essere facilmente condivisi.

Pocket Code è disponibile gratuitamente per dispositivi Android cliccando qui.

Articoli correlati

Written on 29 Ottobre 2015, 18.31 by maestroroberto
Zap Zap Math è una nuova fantastica applicazione per smartphone e tablet (iOS e Android) progettata per la matematica dei bambini di...
Written on 27 Gennaio 2015, 19.54 by maestroroberto
Ci sono diversi modi per vedere e mostrare agli altri dove ci troviamo, utilizzando un telefono cellulare. Di certo il più...
Written on 02 Ottobre 2015, 14.48 by maestroroberto
GOZOA - Play & learn math è un'app disponibile per tutte le tipologie di dispositivi mobili che permette ai bambini di...
Written on 01 Marzo 2017, 20.03 by maestroroberto
ScreenPlay è una nuova applicazione iOS per apprendere il coding su iPad o iPhone. I bambini si ritroveranno immersi...
Written on 22 Ottobre 2014, 18.16 by maestroroberto
  Sono molte le applicazioni web che ci aiutano a risolvere problemi e formule matematiche (Discovery Webmath, Mathway, EEweb,...
Written on 21 Maggio 2015, 20.05 by maestroroberto
  Mystery Word Town è un vero e proprio gioco d'avventura, progettato per aiutre i bambini ad apprendere la lingua...