Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


Docenti
Utilizzare uno schema per affrontare i colloqui con le famiglie PDF Stampa E-mail
Gestione scolastica
Martedì 01 Dicembre 2009 16:03

I colloqui "generali" con i genitori rappresentano un momento fondamentale per ogni docente, un'opportunità importante legata non solo alla comunicazione ai genitori dei vari aspetti legati all'esperienza scolastica dei loro figli, ma anche l'occasione in cui emergono le dinamiche emotive, psicologiche ed educative che regnano in un contesto così complesso e articolato, qual é la famiglia.
Essendo un colloquio tra più soggetti, per lo meno per quanto concerne la componente inegnanti (purtroppo sta diventando una rarità la contemporanea presenza di entrambi i genitori), il rischio che si corre è quello di allungare i tempi a dismisura proprio per la necessità di approfondire le reciproche argomentazioni, finendo magari per trattare tematiche che poco hanno a che vedere con l'obiettivo principale che spinge docenti e genitori al confronto: stabilire una collaborazione permanente, capace di sostenere i ragazzi nel loro percorso di crescita personale e culturale.

Ma ecco che il blog Crescere Creativamente ci suggerisce un'interessante traccia per il docente da utilizzarsi  prima dei colloqui, allo scopo di giungere all' incontro con i genitori con una chiara sequenza dei punti da trattare per ogni bambino. Si parte dall'evidenziare le cose in positivo, in quanto sono sempre le cose dal quale partire anche durante l'attività didattica; si passa poi ad affrontare le criticità, le cose da migliorare sulla quale scuola e famiglia possono collaborare al fine di aiutare l'alunno a superare i gradini di difficoltà, ad esempio stimolare il lavoro a casa, l'utilizzo adeguato dei materiali o aiutare il bambino a gestire i conflitti con i compagni; infine le materie che predilige, che servono a iniziare a comprendere quali sono le inclinazioni personali, i gusti e le passioni.
Ovviamente i docenti sono liberi di valutare l'opportunità di consegnare questo documento come promemoria alle famiglie, o usarlo come una semplice traccia per non dimenticare le cose essenziali da comunicare.

Articoli correlati

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.robertosconocchini.it/home/modules/mod_aidanews2/helper.php on line 631

 
Il videogioco diventa un'avventura in un libro per ragazzi: "Facciamo un videogioco" PDF Stampa E-mail
Biblioteche, libri e storie
Sabato 21 Novembre 2009 09:58

Si avvicina il Natale e, se siete alla ricerca di un’idea originale ed intelligente per un bel regalo da destinare ragazzini dell'ultimo ciclo delle scuole primarie e scuole medie, ho ciò che fa per voi!
E’ da poco disponibile il libro "Facciamo un videogioco!", edito da una piccola casa editrice bolognese, GradoZero, specializzata in libri rivolti ai ragazzi.
Si tratta di un un romanzo-manuale, unico nel suo genere, che spiega appunto come si fanno i videogiochi e tutto quello che c'è dietro a questa pratica. L’obiettivo di Ivan Venturi, autore del testo e il primo programmatore italiano di videogiochi, è togliere il bambino dal "davanti" (uso passivo, direbbero gli educatori) e metterlo in condizioni di capire che cosa sta facendo: per questo in allegato al libro c'è un CD con l'editor per farsi un videogioco a casa.

I genitori si lamentano sempre del tempo trascorso dai loro figli davanti ai videogiochi... ecco un modo intelligente per far conoscere loro tutto ciò che vi è dietro una vera professione.
Per “assaggiare” il testo è possibile leggere i primi tre capitoli ciccando qui.
”Facciamo un videogioco”, composto da libro + CD  è acquistabile online al prezzo scontato di 20 €.

 "Un libro che, per tema e svolgimento, è il primo nel suo genere. La forma narrativa del videogioco, tra le più amate dai giovanissimi, viene svelata ai suoi utenti, chiamati a partecipare e a sviluppare giochi propri. Un invito alla creatività e all’intelligenza, in un ambito ormai capace di competere col cinema, quale veicolo di emozioni. Non è detto che la tecnica soffochi la fantasia: se usata bene la esalta, ne allarga i confini. Vedremo in un prossimo futuro videogiochi stupendi, e questo testo dovrà assumersi parte della responsabilità.” 

Valerio Evangelisti

Articoli correlati

Articoli correlati

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.robertosconocchini.it/home/modules/mod_aidanews2/helper.php on line 631

 
Progetti didattici per la scuola dell'infanzia e la scuola primaria dalla Direzione Didattica Bastia Umbra PDF Stampa E-mail
Programmazione didattica
Mercoledì 07 Ottobre 2009 15:14

 Mi è capitato di segnalare qualche giorno fa l'esperienza "Laboratori Pasticciando con i quattro elementi", prodotta dalle docenti della Direzione Didattica di Bastia Umbra.
Girovagando all'interno del sito dell'Istituzione Scolastica mi sono imbattutto in una vera e propria miniera di progetti ed esperienze didattiche che ritengo sia doveroso condividere con i miei lettori.
Tutto questa nella logica che in qualche modo ha ispirato la nascita de mio blog, di consolidare la pratica della documentazione come prassi o meglio “mentalità” di chi opera nella scuola, proprio per conservare memoria, per non disperdere il lavoro svolto, anche per verificare ipotesi di replicabilità di esperienze in contesti diversi.
Per questo la pagina dedicata all'archivio documentazione dei progetti elenca una serie di esperienze dall'anno scolastico 1997-1998 ad oggi suddivise tra scuola dell'infanzia e scuola primaria e scaricabili sotto forma di schede di progetto.

Provo a selezionarne alcune:

SCUOLA DELL'INFANZIA

 

SCUOLA PRIMARIA

Informo inoltre che, per consentire una maggiore diffusione delle esperienze maturate nella scuola, sono disponibili alcune pubblicazioni descritte in questa pagina.
Un enorme ringraziamento ai colleghi umbri...

Articoli correlati

Articoli correlati

Articoli correlati

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.robertosconocchini.it/home/modules/mod_aidanews2/helper.php on line 631

 
Programmazioni didattiche per la scuola primaria: a. s. 2010/2011 PDF Stampa E-mail
Programmazione didattica

In ogni scuola i docenti elementari stanno mettendo a punto le programmazioni didattiche ed educative per l'anno scolastico appena iniziato e spesso si trovano nella difficoltà di progettare e scegliere una modalità rappresentativa che sia coerente con gli attuali indirizzi del Ministero dell'Istruzione.
Le domande sono le solite. Per la scelta di contenuti ed obiettivi, a quali Programmi si deve far riferimento? Alle indicazioni Nazionali? Al curricolo di Istituto (che non si sa quale fine abbia fatto....)? Che fine hanno fatto i Piani di Studio Personalizzati? Insomma, molti interrogativi e la risposta rimanda al solito fai da te a cui gli operatori della scuola sono abituati, con il rischio che, in mancanza di riferimenti istituzionali chiari, si finisca per assecondare una sorta di "didattica delle case editrici", per cui molti docenti decidono affidarsi ai percorsi didattici suggeriti da riviste specializzate o guide che, muovendo da una programmazione didattica, declinano tutta una serie di proposte operative coerenti con quei curricoli. 
Provo ad inserire una serie di programmazioni didattiche trovate in rete, con la speranza che dal confronto tra esperienze e scelte diverse, ogni docente possa trarre spunto per strutturare un coerente piano di lavoro per la propria classe.

Ultimo aggiornamento ( Sabato 12 Ottobre 2013 11:29 )
 
Programmazioni didattiche per scuola dell'infanzia, scuola primaria e scuola media PDF Stampa E-mail
Programmazione didattica
  

Ho svolto una ulteriore ricerca in rete per mettervi a disposizione alcuni esempi di programmazioni didattiche ed educative per la scuola dell'infanzia, per la scuola primaria e per la scuola secondaria di primo grado.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 18 Settembre 2014 16:44 )
 
<< Inizio < Prec. 81 82 83 84 85 86 87 Succ. > Fine >>

Pagina 84 di 87
COPIA SNIPPET DI CODICE