VideoAnt: inserire note testuali su video Stampa
Risorse - Flipped Classroom
Scritto da Administrator   
Lunedì 05 Giugno 2017 16:13

VideoAnt è uno strumento non nuovissimo ma molto efficace per inserire note e commenti testuali su video.

Per questa sua caratteristica si rivela come ottima risorsa per l'insegnamento capovolto, considerata la semplicità di utilizzo e la sua gratuità.

Per accedere al servizio è sufficiente utilizzare i propri account Google, Facebook o Twitter ed accettare le condizioni di utilizzo. A quel punto occorrerà incollare l'indirizzo URL di un video youtube o caricarlo dal proprio pc ed avviare il player. Quando vorrete, potrete cliccare sull'icona con la cinepresa per aggiungere e salvare l'annotazione nel punto esatto del video in cui intendete inserire il commento.

VideoAnt funziona con qualsiasi dispositivo mobile o desktop ed ogni video può essere condiviso tramite link o codice embed.

Interessante la possibilità di esportare quanto realizzato nei formati testo, RSS, JSON, XML.

Sotto un tutorial che illustra come inserire note testuali in un video

Vai su VideoAnt

 

Articoli correlati

Written on 26 Agosto 2016, 16.28 by maestroroberto
Wizer è in assoluto uno dei migliori strumenti per creare diverse tipologie di quiz ed esercizi interattivi online, particolarmente...
Written on 02 Dicembre 2015, 17.40 by maestroroberto
Tra i vari strumenti utili per costruire videolezioni segnalo WireWax, potente editor per creare video interattivi. Si tratta di una...
Written on 30 Giugno 2014, 15.11 by maestroroberto
NB è uno strumento per annotazione collaborativa, con cui gli insegnanti possono caricare esercizi di lettura in formato PDF egli...
Written on 22 Maggio 2016, 20.23 by maestroroberto
  Se volete cimentarvi con la costruzione di video lezioni, TheLearnia rappresenta una delle migliori soluzioni. Si tratta...
Written on 04 Marzo 2019, 18.19 by maestroroberto
Lo Smithsonian Center for Learning and Digital Access (SCLDA) ha creato lo Smithsonian Learning Lab, un toolkit online che stimola gli insegnanti...
Written on 15 Aprile 2018, 15.05 by maestroroberto
Padlet diventa a pagamento ma non abbandona chi ha già condiviso i propri materiali e mantiene intatti, liberi e fruibili tutti gli archivi...