Un prodotto utile, ma sottovalutato: le Etichette Adesive Stampa
Docenti - Gestione scolastica
Scritto da Administrator   
Sabato 03 Agosto 2019 15:15

Le aule sembrano dei buchi neri dove ogni oggetto di cartoleria che entra, non si sa come o perché, ma viene prima o poi perso. È una battaglia tutti i giorni. Le povere mamme spesso vengono e si lamentano del fatto che devono andare in negozio almeno due volte a settimana a comprare gli stessi righelli, le stesse matite e le stesse penne blu.

Ci vanno così spesso che conoscono di persona le commesse. Assurdo eh?

Ma riflettiamo, cos’è l’ordine a sei o sette anni? Questa parola ancora sconosciuta, nella maggior parte dei casi è ancora fuori dal loro vocabolario. Forse è una caratteristica innata, si nasce ordinati o non lo si nasce.

I bambini non ci pensano la maggior parte delle volte: usano la penna, ma ecco che suona la campanella e non capiscono più nulla. Campanella equivale a libertà, equivale a cibo, giochi (e forse anche compiti). Quindi eccoli che alla rinfusa cercano di cacciare tutto nelle cartelle e volano verso il pulmino che li riporta a casa.

Ma c’è un metodo per fare in modo di preservare almeno per un anno gli oggetti all’interno degli astucci?

Etichette Adesive per Non Perdere più Nemmeno una Gomma

Forse sì. Vi ricordate le etichette? Una volta si utilizzavano dei pezzetti di carta adesiva e, dopo aver segnato nome e cognome, si apponevano su ogni penna, quaderno, etc con lo scotch. Che fatica. Si spendevano pomeriggi interi a ritagliare e incollare il più precisamente possibile i foglietti e l’obiettivo era sempre stare attenti a non sbavare con la penna.

Ma non si è sempre artisti e il più delle volte quelle etichette fatte in casa si sporcavano e si staccavano soprattutto. Insomma, duravano pochissimo.

Oggi invece possiamo smettere di pensarci: sono nati gli Stikets. Gli conoscete già? Grazie a quest’azienda specializzata in etichette, si potranno avere etichette adesive da attaccare su ogni oggetto di cartoleria personalizzate al 100%.

Personalizzare ed Etichettare: un’Attività Genitori-Figli

Praticamente quel che prima era un momento noioso e obbligatorio ora si è tramutato in un momento conviviale e di gioco. Chi non si diverte a scegliere il colore adatto al figlio e ad inserire magari un’immagine simpatica vicino al nome? Oltre ad essere infatti molto efficaci sono anche creative.

Molte mamme le utilizzano e si trovano molto bene, finalmente non si lamentano più del poco ordine dei figli. Più che altro perché segnando nome e cognome su ogni penna e quaderno anche se vostro figlio lascerà nell’angolo più remoto della scuola la sua gomma, beh, vi ritornerà indietro prima o poi. Basta aspettare.

Ecco dunque la soluzione: più etichette per tutti e il mondo sprecherà meno penne!

Articoli correlati

Written on 05 Giugno 2014, 14.56 by maestroroberto
  Non è la prima volta che scrivo a proposito del programma gratuito per la formazione delle classi, progettato da Fabrizio...
Written on 11 Gennaio 2020, 14.58 by maestroroberto
Il feedback è indubbiamente uno degli strumenti più efficaci per l'apprendimento. Prima gli studenti lo ottengono e più...
Written on 10 Dicembre 2015, 16.01 by maestroroberto
Segnalo il rilascio dell'ultima versione di Lampschool, registro elettronico open e distribuito gratuitamente a tutte le...
Written on 14 Ottobre 2015, 17.53 by maestroroberto
Carlo De Luca, docente, musicista, programmatore e formatore informatico ha realizzato un software per informatizzare i Consigli di Classe...
Written on 12 Marzo 2020, 18.37 by maestroroberto
Ogni scuola sta rispondendo alla sfida rappresentata dall'esigenza di organizzare modalità di didattica a distanza, in maniera diversa...
Written on 07 Gennaio 2016, 18.09 by maestroroberto
WEO è una nuova piattaforma digitale gratuita per i mobile lerning che vi permette di creare una classe e di inserire manualmente gli...