Nella scuola primaria un docente di classe non puo' insegnare solo religione cattolica in altre classi Stampa
Docenti - Normativa
Venerdì 22 Novembre 2013 19:59

 

All'inizio di questo anno scolastico nella mia regione si sono sollevati molti dubbi sull'utilizzo dei docenti di classe nell'insegnamento della religione cattolica in altre sezioni o classi, nella scuola dell'infanzia e primaria.

Una nota dell'USR Marche, al fine di assicurare l'uniforme applicazione della normativa in materia, fornisce alcune indicazioni in merito alla possibilità di affidare l’insegnamento della religione cattolica, nella scuola dell’infanzia e primaria, al docente della classe o sezione disponibile e idoneo.

Come è noto, tale possibilità deriva dal punto 2.6 dell’Intesa per l’insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche sottoscritta il 28 giugno 2012, il quale prevede che “Nelle scuole dell ’infanzia e nelle scuole primarie, in conformità a quanto disposto dal n. 5, lettera a), secondo comma, del protocollo addizionale, l ’insegnamento della religione cattolica, nell ambito di ogni istituzione scolastica, può essere aflìdato dal! autorità scolastica, sentito [ordinario diocesano, agli insegnanti della sezione o della classe riconosciuti idonei e disposti a svolgerlo, i quali possono revocare la propria disponibilità prima delll'inizio dell'anno scolastico”.

La problematica sollevata dall’Ufficio scolastico per le Marche nella richiesta di parere riguarda l’applicazione della suddetta disposizione nel caso di docenti che svolgano attività didattica o educativa in più di una classe o sezione.
A tal proposito, nel ribadire integralmente il contenuto della nota di questo Dipartimento prot. n. 2989 del 6/12/2012, si precisa che l’indicazione ivi contenuta in merito all’impossibilità di impartire il solo insegnamento della religione cattolica in una sezione o in una classe diversa da quella di titolarità riguarda anche i docenti affidatari di insegnamenti curricolari in più classi. A costoro, pertanto, l’insegnamento della religione cattolica potrà essere affidato esclusivamente in classi in cui già prestano servizio.
In secondo luogo, non essendo previsto nell’Intesa citata un espresso divieto, sembra possibile affidare l’insegnamento della religione cattolica ad uno stesso insegnante anche in più sezioni o classi in cui si trovi ad essere già titolare di altri insegnamenti o attività educative.
A tal proposito, va comunque considerato che, ai sensi della citata intesa, il dirigente scolastico è tenuto a sentire il parere dell’ordinario diocesano, che certamente può esprimersi anche in merito al numero effettivo di classi o sezioni in cui Pinsegnamento della religione cattolica deve essere affidato al medesimo insegnante.
 
Inoltre, poiché l'affidamento dell’insegnamento della religione cattolica al docente di classe o sezione rappresenta una facoltà per il dirigente scolastico e non un obbligo, non sussiste in capo al docente interessato alcun diritto di ottenere tale insegnamento, ma solo la possibilità di manifestare la propria disponibilità.

Articoli correlati

Written on 07 Settembre 2013, 12.35 by
  Arriva dalla Corte di Appello di Napoli (sez. lavoro) la conferma che l'assegnazione dei docenti ai plessi e l'attribuzione...
Written on 30 Ottobre 2012, 14.15 by
A breve in molte scuole si procederà al rinnovo del Consiglio di Istituto. Ecco una serie di schede, elaborate dal Prof....
Written on 16 Agosto 2010, 14.03 by
Il MIUR ha emanato il Decreto 75 del 10/8/ 2010 relativo alle assunzioni 2010/2011. Sono state pubblicate anche le tabelle relative ai posti...
Written on 14 Settembre 2012, 18.49 by
E' imminente l'uscita del bando di concorso per docenti 2012. Il primo impegno previsto per i candidati insegnanti...
Written on 09 Settembre 2013, 18.55 by
  Il tanto atteso Decreto Scuola è stato dunque approvato nel Consiglio dei Ministri di oggi, 9 settembre 2013. Sono...
Written on 18 Dicembre 2012, 14.23 by
E' stata dunque emanata la tanto attesa Circolare Ministeriale  sulle iscrizioni alle scuole per l'a. s. 2013/2014 (C.M. n. 96 del...
Nella scuola primaria