Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


Risorse
Esercitare la fantasia con CREASTORIE PDF Stampa E-mail
Software didattico
Martedì 15 Settembre 2009 17:34

IMMAGINE: creastorie

Creastorie è un CCD (Contenuto Didattico Digitale), prodotto dalla RAI, con cui i bambini possono costruire fiabe animate dai personaggi a loro più cari.
Si tratta di un prodotto presente all'interno di Junior2007, il miniportale che la Rai dedica al mondo dei più piccoli. All'interno sono stati realizzati giochi con cui i bambini possono divertirsi disegnando, inventando storie, esercitandosi con i colori e con i segni. 

Creastorie presenta tre livelli di difficoltà: facile, complicata, molto complicata. Una volta entrati e scelta l’ambientazione (montagne, laghi, boschi), i personaggi (ci sono tutti quelli che si trovano nella favole: il principe, la regina…) e gli oggetti utili per raccontare (un coltello, un baule, degli occhiali), si può iniziare a creare la storia personalizzata, scrivendo sotto ogni diapositiva. Se il risultato non è di suo gradimento, l'autore può cestinare, altrimenti è possibile stampare la storia completa.

Articoli correlati

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.robertosconocchini.it/home/modules/mod_aidanews2/helper.php on line 631

 
SELF: un supporto per alunni con Disturbi Specifici dell'Apprendimento PDF Stampa E-mail
DSA
Lunedì 14 Settembre 2009 15:08
SELF (acronimo di Scrittura E Lettura Facilitate) è uno strumento informatico di supporto all'autonomia personale e all'apprendimento in ragazzi con Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA: in particolare dislessia e disgrafia) o in soggetti con difficolta nell'area della letto-scrittura.

Il programma è stato creato dalla dott.ssa Bonizzi Morgana e sviluppato dall'Ing. Mirko Nichetti, ed è presente all'interno della sezione Sw didattici del sito www.mnengineering.it.

SELF è un editor di testi con specifiche funzioni, quali la sintesi vocale (text-to-specch) sia in digitazine che in lettura, il controllo ortografico, la possibilità di evidenziare alcune parti del testo per monitorare l'importanza dei diversi elementi, il predittore ortografico vocale, strumenti questi pensati per migliorare tanto la produzione scritta dell'utente quanto la sua possibilità di lavorare in autonomia.

 

 

Immagine SELF

Articoli correlati

Articoli correlati

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.robertosconocchini.it/home/modules/mod_aidanews2/helper.php on line 631

 
Ricavare una Gif animata da un video Youtube PDF Stampa E-mail
Foto editor
Venerdì 11 Settembre 2009 17:07

 

Tra le utilityes più bizzarre c'è senz'altro GifSoup, che consente di ricavare una gif animata da un filmato preso da Youtube.
Il funzionamento è semplicissimo, basta andare sull’HomePage di GifSoup, inserire l’url del video di Youtube nell’apposito campo e cliccare il bottone “Create“.

Trascorso il tempo necessario per il caricamento, si avvierà l’editor per la crezione della gif animata. Occorrerà inserire il titolo ed il punto esatto da cui far iniziare e terminare la gif, tenendo conto che l'animazione dell'immagine non dovrà superare i 10 secondi. 
Premendo il pulsante “Preview” si potrà visualizzare l’anteprima e per terminare ocorrerà premere Finish.
Sopra potete visualizzare un esempio di risultato ottenuto con GifSoup.

Articoli correlati

Articoli correlati

Articoli correlati

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.robertosconocchini.it/home/modules/mod_aidanews2/helper.php on line 631

 
Softwares per iniziare l'anno scolastico PDF Stampa E-mail
Software didattico
Venerdì 11 Settembre 2009 15:34

scuola, software

Anno scolastico nuovo e vbscuola propone subito alcuni programmi che possono aiutare a favorire un buon inizio a docenti di scuola primaria e media. Vediamoli (per leggere subito la lista intera clicca qui).

  • I LIBRI DELL'ALFABETO (scuola primaria classe prima): si tratta di un fascicolo in formato .doc per MS word con 35 schede da stampare. Ogni scheda è dedicata ad una lettera dell'alfabeto o ad un suono della lingua italiana. Il bambino deve completare le parole e colorare i disegni. Da ogni scheda, mediante un semplice ritaglio e qualche piegatura, si ricava un "libro". I 35 "libri" fomeranno una collana indispensabile ad ogni biblioteca. Le istruzioni dettagliate per creare i libri si trovano nelle prime pagine del fascicolo.
  • DISPOSIZIONE DEGLI ALUNNI (tutti gli ordini di scuola): nuova versione, curata da Sandro Sbroggiò, di un programma che consente di scrivere l'elenco degli alunni di una classe e di visualizzarne la posizione "abituale" in aula, aiutando l'insegnante a memorizzare nomi ed alunni.
    Si tratta di uno strumento utile per gli insegnanti che devono operare in più classi ed hanno l'esigenza di imparare a riconoscere i loro alunni in breve tempo.
    La nuova versione comprende ulteriori aiuti alla memoria dell'insegnante: è ora possibile inserire note e immagini. Si possono inserire anche le foto degli alunni, catturando le immagini direttamente con questo programma, se il computer è dotato di webcam.
  • PAROLE SCOMPIGLIATE (scuola primaria, classe prima): gioco di ricomposizione di parole per alunni di scuola primaria (classe prima). Il programma presenta 198 immagini, ripartite in 22 gruppi di 9 immagini ciascuno. Ogni immagine è accompagnata dalla relativa parola, le cui lettere sono presentate in modo 'scompigliato'.
 
Tutti pazzi per le LIM! PDF Stampa E-mail
LIM
Giovedì 10 Settembre 2009 13:16

Stanno arrivando in molte scuole e reciteranno un ruolo da protagonista nei prossimi anni. Sto parlando delle Lavagne Interattive Multimediali, già installate nell'80% delle aule inglesi ed arrivate in Italia da qualche anno, ma solo ora presenti in forma significativa nelle nostre scuole grazie ad iniziative dell'amministrazione centrale e degli enti locali.
Ora la palla passa al docente che,  tramite un'opportuna formazione ed autoformazione, dovrà gradualmente imparare ad utilizzare questo importante strumento, per sfruttarne le sue enormi potenzialità.
Sappiamo benissimo come sia difficile vincere alcune resistenze provenienti dal mondo della scuola, diffidente a priori rispetto a tutto ciò che percepisce come minaccia della centralità del ruolo docente nei processi di apprendimento. L'importante è far capire che, se nelle aule il posto della lavagna tradizionale verrà preso da quella digitale, non cambierà il ruolo dell’insegnante, ma che tale funzione si avvarrà di nuovi linguaggi, nuove modalità comunicative, e la centralità del suo ruolo risulterà ancor più valorizzata.
Mi piace citare la definizione della LIM formulata dal dott. Giovanni Biondi, Presidente dell'INDIRE: "Certamente, seguendo un approccio costruttivista, possiamo considerarla un vero e proprio tavolo di montaggio della conoscenza. Tavolo che può essere anche condiviso in rete, e in grado di restituire mosaici comunicativi estremamente personalizzati. La lavagna digitale può essere vista come una sorta di velo trasparente che rende possibile un’immediata manipolazione degli oggetti, permettendo a insegnanti e alunni di essere soggetti attivi nella costruzione della conoscenza, di creare un mondo". 

 
<< Inizio < Prec. 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 Succ. > Fine >>

Pagina 319 di 332