Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


Video

A caccia dei video in rete per la scuola e per il tempo libero



Perchè fare cartoni animati a scuola? PDF Stampa E-mail
Italiano
Martedì 09 Febbraio 2010 18:47

Questo contributo della collega Adriana Sartore serve ad illustrare in modo chiaro ed esaustivo quali sono le motivazioni didattico-educative alla base dell'attivazione di laboratori di animazione digitale a scuola.
Oltre a questa premessa vengono anche definite le varie fasi preparatorie alla realizzazione del cartone animato, per cui costituisce un utilissimo supporto per quanti volessero cimentarsi in questa entusiasmante esperienza.

 
Un "corto" dalla Pixar: Alma PDF Stampa E-mail
Arte e immagine
Venerdì 08 Gennaio 2010 17:17

Dalla Pixar sono stati prodotti alcuni dei film di animazione di maggior successo, come Toy Story, Alla ricerca di Nemo, Cars, Ratatouille,  Wall-E e Up, tutti realizzati in collaborazione con la Walt Disney Company.
Molti non sanno però che la Pixar ha prodotto anche cortometraggi che spesso sono disponibili, anche se per breve tempo, all'interno di reti sociali video come Vimeo.

In questo caso si tratta di Alma, una creazione di Rodrigo Blaas,  premiata come Miglior Corto all’L.A. Shorts Fest  e all’Animacor - International Animation Festival in Spagna e in Italia a “I Castelli Animati”,  come Miglior Opera Prima.
La storia è semplice e un pochino inquietante ma si tratta di un piccolo gioiellino dell’animazione realizzato con una tecnica a dir poco spettacolare.

Articoli correlati

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.robertosconocchini.it/home/modules/mod_aidanews2/helper.php on line 631


 
Vedere e registrare canali RAI con il pc: StreamRAI PDF Stampa E-mail
Varie
Giovedì 03 Dicembre 2009 15:40

Come molti sapranno la TV pubblica non è solo (e fortunatamente!) Rai 1, 2 e 3, ma è diventata una piattaforma multicanale in grado di dedicare spazi monotematici ad un pubblico selezionato.
Tra le tante proposte c'è, ad esempio, RaiSport+ che trasmette 24 ore su 24 avvenimenti sportivi, RaiScuola e RaiEdu rivolti a studenti ed insegnanti, RaiGulp dedicata ai bambini, RaiNews24 e RaiEconomia che affrontano i temi dell'informazione e della finanza, RaiStoria (la mia preferita...) un canale dove ieri e oggi si mescolano e dove vengono aperte le enormi Teche Rai per farci rivivere gli splendidi programmi e reportages che portavano firme di grandi autori come Zavattini, Sodati, Cavani, ecc.
Questi canali "supplementari" sono fruibili in televisione da chi ha un antenna satellitare o un collegamento con il digitale terrestre, filtrati attraverso un decoder.

Il sito della RAI già consente la visualizzazone in streaming dei vari canali in questa pagina, dove, scorrendo il cursore in alto potete posizionarvi sul canale preferito ed accanto consultare l'elenco dei programmi della giornata. Spesso il materiale in onda si presta ad un utilizzo didattico, ma occorrerebbe qualche applicativo per consentircene la registrazione.
Ebbene la rete ci aiuta!
StreamRAI è un freeware standalone che ci aiuta a vedere in streaming tutti ( o quasi ) i canali della RAI in streaming. Ma oltre a farvi vedere il programma, vi consente di registrarlo nella cartella di destinazione che avrete selezionato all'inizio. Occorre inanzitutto disporre del diffusissimo e gratuito player VLC, che potrete scaricare cliccando qui.
A questo punto scaricate StreamRAI, che non necessita di installazione; tuttavia al primo avvio è necessario andare nelle preferenze e selezionare l’eseguibile di VLC e la directory di salvataggio delle registrazioni. Nella maggior parte dei casi l’eseguibile “vlc.exe” si trova in C:/Programmi/VideoLAN/VLC/.
Posso confermarvi che l'utilizzo è semplicissimo ed il funzionamento garantito!

Articoli correlati

Articoli correlati

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.robertosconocchini.it/home/modules/mod_aidanews2/helper.php on line 631

 
Tributo a Mario Soldati PDF Stampa E-mail
Varie
Giovedì 19 Novembre 2009 21:47

 

Vorrei dedicare un articolo ad uno dei miei scrittori preferiti, Mario Soldati, nel decennale della sua scomparsa.
Innanzitutto risulta persino riduttivo definire Soldati solo superbo scrittore, in quanto va ricordato come ottimo sceneggiatore e regista, nonché abilissimo conduttore televisivo, forse il primo uomo di cultura capace di intuire le enormi potenzialità educative dei media, finendo per riuscire a padroneggiarli con grande maestria.
Credo comunque che Mario Soldati vada annoverato come uno dei più grandi descrittori dell’Italia del ‘900. Fu da sempre una sorta di simbolo della versatilità nelle varie forme della narrazione: dal diario di viaggio al romanzo (vedi classici come America Primo Amore e Lettere da Capri) fino al teatro; dal racconto al documentario; dal reportage sulla civiltà rurale e gastronomica (Vino al vino), alla critica d’arte; dalla comunicazione (fu protagonista di campagne pubblicitarie) fino al cinema, con il capolavoro Piccolo Mondo Antico, del 1941.

Diventò popolarissimo grazie alla televisione, uno dei primi protagonisti in assoluto, intuendone le enormi potenzialità e indagandone l’impatto sociale. Come non menzionare i suoi celebri programmi Viaggio nella Valle del Po (1957), una sorta di promozione di un territorio e della sua cultura enogastronomica e Chi legge? Viaggio lungo il Tirreno (1960, in collaborazione con Cesare Zavattini), che furono i primi esempi di reportages arricchiti da una sensibilità raffinata di un grande narratore. Infine, I Racconti del Maresciallo, del 1967, anticiparono, nella fortunata versione televisiva, le serie in voga negli ultimi anni.
Purtroppo non è facilissimo reperire materiale video relativo a queste produzioni, ma in occasione della ricorrenza la RAI ha dedicato uno speciale al grande artista: Scrittori per un anno – Mario Soldati si Racconta. Nella pagina, oltre al video presente, è possibile linkare altri filmati raccolti in quattro categorie:
- Mario Soldati: uno e centomila (tra gli altri video, un'intera punata di Passepartout dedicata  lui);
- Viaggio nella Valle del Po;
- Chi legge? Viaggio lungo il Tirreno;
-I Racconti del Maresciallo.
Un piccolo tributo ad un grande uomo, ma anche una dimostrazione di quale enorme differenza esista tra la squallida programmazione televisiva attuale e quella, poverissima tecnologicamente, ma straordinaria per contenuti di oltre 50 anni fa.

Articoli correlati

Articoli correlati

Articoli correlati

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.robertosconocchini.it/home/modules/mod_aidanews2/helper.php on line 631

 
Straordinario documentario sul pianeta Terra: HOME PDF Stampa E-mail
Scienze
Sabato 07 Novembre 2009 13:10

 

Viviamo in tempi eccezionali. Gli scienziati ci dicono che abbiamo 10 anni per cambiare il nostro modo di vivere, evitare l'esaurimento delle risorse naturali e l'evoluzione catastrofica del clima della Terra ...
Questo straordinario documentario probabilmente non necessita di particolari commenti, è sufficiente farsi rapire dalla incomparabile bellezza delle immagini aeree ad alta definizione che descrivono i paesaggi di ben 54 Paesi da angolazioni molto suggestive.

Il film è un vero e proprio progetto multimediale realizzato da Yann Arthus-Bertrand e prodotto da Luc Besson, ed è stato diffuso gli scorsi mesi in concomitanza con la giornata mondiale della Terra (EarthDay).
Il documentario è stato realizzato senza fini di lucro e per promuoverlo è stato creato il canale ufficiale su YouTube, dal nome HomeProject da cui è possibile vederne diverse versioni, compresi alcuni interessanti filmati sulle tecniche di realizzazione delle immagini.

Articoli correlati

Articoli correlati

Articoli correlati

Articoli correlati

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.robertosconocchini.it/home/modules/mod_aidanews2/helper.php on line 631

 
<< Inizio < Prec. 21 22 23 24 25 26 27 28 29 Succ. > Fine >>

Pagina 25 di 29