Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


Idea per l'accoglienza: uno spaventapasseri in classe! E-mail
Risorse - Creatività
Domenica 09 Settembre 2012 17:59
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Ecco a voi una simpatica proposta per costruire uno spaventapasseri che potrà rappresentare una sorta di mascotte per la vostra classe.

L'idea proviene da Scuola da colorare dove, oltre ad ulteriori informazioni sulle modalità per la costruzione dello spaventapasseri, potrete trovare una proposta didattica per l'accoglienza dei bambini in classe.

Si tratta delle lettura di una storia, “Katy e il suo primo giorno di scuola” che racconta le vicende di una bambina di città che va a vivere in campagna e deve affrontare la paura dell’inserimento in una nuova scuola.

Piccoli disturbi diventano occasioni per non affrontare la situazione. Ma, alla fine, con un po’ di magia, Katy scoprirà che anche gli altri bambini hanno le sue stesse paure.

Fonte Quadernone blu

Articoli correlati

Written on 27 Settembre 2010, 15.29 by
Gli amanti dell'arte digitale non possono perdersi questa vera e propria "chicca gratuita". Si chiama Muro ed è disponibile grazie a...
Written on 09 Agosto 2010, 16.40 by
E' sempre molto affascinante per i bambini ed adulti ammirare le magiche simmetrie dopo aver appoggiato l'occhio ad un'estremità di un...
Written on 06 Novembre 2011, 12.36 by
Molto simpatico questo sito web che potrebbe ispirare i colleghi di scuola primaria per attività di scrittura creativa. Bembo’s Zoo,...
Written on 06 Novembre 2012, 20.10 by
Vi propongo una serie di canali Youtube che illustrano attività creative per bambini. Apprenderete come realizzare tanti lavori utilizzando...
Written on 27 Giugno 2012, 15.36 by
Mancano solo 30 giorni all'inaugurazione dei Giochi Olimpici di Londra 2012 e potrebbe essere l'occasione per realizzare...
Written on 23 Settembre 2012, 19.22 by
Ho scovato in rete ko-ko-ko kids, un sito web russo interamente dedicato ai bambini e alla loro creatività. Tra le tante...