Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


A caccia di stelle cadenti con Fluximator! E-mail
Discipline - Scienze
Giovedì 12 Agosto 2010 11:38
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

stelle cadenti

Sono questi i giorni in cui possiamo ammirare lo spettacolo dello sciame di meteore chiamato "Lacrime di San Lorenzo". Il nome deriva dal fatto che lo sciame si infrange nell'atmosfera della Terra in concomitanza con l'anniversario della morte del santo (che cade il 10 agosto).
Il picco di intensità per questo fenomeno è previsto venerdì 13 agosto, poco prima dell'alba, quando si potrebbero contare diverse decine di stelle cadenti all'ora, forse anche un centinaio, di luminosità media e più brillanti.
Osservare lo spettacolo del cielo stellato in attesa di cogliere l'attimo in cui la stella disegna la sua scia  improvvisa e sfuggente  attira da sempre grandi e piccini, nella speranza di poter formulare il segretissimo desiderio.
Tuttavia non sempre è facile scorgere stelle cadenti, soprattutto quando il cielo è molto nuvoloso, o quando troppe luci artificiali impediscono una chiara visuale del firmamento. 
A seguito di approfonditi studi è oggi possibile calcolare i momenti in cui le possibilità di vedere stelle cadenti sono più elevate, quindi come in genere vengono previste le condizioni metereologiche è possibile prevedere anche questo fenomeno, ma considerato che noi ci occupiamo di tecnologia digitale,  ecco che il vero aiuto ci giunge da un semplice programmino: Fluximator.

Si tratta di un' applicazione Java online, che tramite l’inserimento di alcuni dati ci permette di ottenere informazioni riguardo al momento più propizio per riuscire a scorgere qualche bella stella cadente.
Per utilizzarlo correttamente occorre selezionare uno sciame meteorico in base al periodo, quindi in basso selezioniamo il paese, la tipologia di luogo da cui osserviamo il cielo, e dunque la data, il grafico verrà aggiornato in tempo reale in base alle nostre scelte, mostrando le varie fasce orarie in cui è possibile scorgere stelle cadenti.
In pratica, per aiutarvi ad impostare Fluximator fate così:
- Selezionate nel primo menu’ a tendina il valore “7 Perseids”: quello delle Perseidi e’ lo sciame piu’ facilmente individuabile in questo periodo dell’anno. 

- Se siete in Italia, selezionate la citta’ di Roma (oppure impostate le coordinate precise in gradi di latitudine e longitudine)

- Specificate poi se vi trovate in un grande centro urbano (downtown), in un paese (suburbs), in campagna (countryside) o in cima ad una montagna (mountaintop).

- Selezionate la date del giorno nel quale osserverete il cielo.

Il grafico generato, vi indichera’ sulla linea delle ordinate (quella verticale) il numero di comete che vedrete, su quella delle ascisse (quella orizzontale) l’orario relativo. Per farla breve, il momento in cui vi converra’ alzare gli occhi al cielo e’ quello corrispondente al picco del grafico.
Con Fluximator vediamo chi ne conta di più!!!

Articoli correlati

Written on 27 Febbraio 2011, 09.30 by
L'ESA è la Stazione Spaziale Europea, costituita nel 1975 e comprende 18 Paesi, per la maggior parte troppo piccoli per realizzare da soli grandi...
Written on 19 Settembre 2011, 18.06 by
I quaderni del sole è un prodotto multimediale pensato per gli alunni della scuola media che, attraverso animazioni, permette di approfondire, in...
Written on 23 Settembre 2010, 14.27 by
Disponibili “on line”, sul portale del Ministero della Salute, materiali informativi con i quali è possibile attuare iniziative di...
Written on 08 Dicembre 2009, 17.09 by
Uno degi obiettivi che si propone questo blog è quello di segnalare le tante buone pratiche che ogni giorno la scuola realizza, mettendo a frutto...
Written on 05 Dicembre 2011, 18.44 by
PhET è una piattaforma didattica  curata dall'Università del Colorado a Boulder dove potrete accedere a simulazioni interattive per la fisica,...
Written on 21 Dicembre 2009, 16.10 by
Nei laboratori scientifici delle nostre scuole è diventato assai difficile poter disporre di moderni e potenti microscopi, considerato il loro elevato...