Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


Falsi miti e credenze storiche del Medioevo E-mail
Video - Storia
Scritto da Administrator   
Lunedì 04 Maggio 2015 12:57
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

 

La storia è piena zeppa di miti e credenze, tramandate oralmente e trascritte da vari autori, che, alla luce delle fonti si rivelano assolutamente prive di attendibilità e verità.

Il medioevo ha alimentato tante credenze, derubricate a verità storiche nel corso dei secoli, che oggi possiamo definire "invenzioni", se analizzate con il rigore della ricerca storica.

Il video che segue documenta una conferenza del prof. Alessandro Barbero, storico e scrittore italiano, professore di Storia medievale all'Università del Piemonte Orientale, sul tema: "Falsi miti e dicerie sul Medioevo: quando il secolo si fa meno buio".

Potrete scoprire come il terrore dell'anno Mille, lo "Ius primae noctis"  e l'idea che la Terra fosse piatta, per secoli creduti verità storiche, siano in realtà delle inesattezze storiche.

Articoli correlati

Written on 04 Gennaio 2019, 11.43 by maestroroberto
Segnalo questo video di Scuola Interattiva che illustra molto efficacemente il significato della storia e perchè studiarla a...
Written on 22 Giugno 2015, 18.52 by maestroroberto
"Tenente Filippo" è una piccola storia all'interno della grande storia della I Guerra Mondiale, raccontata dai bambini...
Written on 26 Settembre 2014, 13.58 by maestroroberto
MemoMi è un portale web inaugurato in questi giorni, che permette ai visitatori di immergersi nella storia più o meno...
Written on 28 Marzo 2019, 19.42 by maestroroberto
  Per quale ragione i dinosauri erbivori ebbero il sopravvento sui carnivori? Come era la struttura dei giganti della...
Written on 25 Gennaio 2015, 10.25 by maestroroberto
Non serve aggiungere molte parole per descrivere la bellezza di questa animazione che ha per protagonista un bambino all'epoca della...
Written on 10 Ottobre 2020, 16.09 by maestroroberto
foto: ansa.it Per la prossima Giornata della Memoria non servirà andare alla ricerca di nuovi materiali didattici. Sarà...