Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


Oilproject: una comunità per apprendere online E-mail
Risorse - Recensione siti utili
Martedì 10 Maggio 2011 13:56
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Oilproject è un interessantissimo esperimento di comunità online in cui gli studenti decidono quali tematiche approfondire e sperimentano nuove modalità di apprendimento, sfruttando appieno le enormi potenzialità della rete.

Si tratta, sostanzialmente  di una scuola in diretta online di attualità in cui sono gli utenti, attraverso un sondaggio, a decidere di cosa parlare.
I talkshow-lezioni sono interattivi e non moderati: il relatore, semplicemente, risponde alle domande più votate, e cioè a quelle che riscuotono più interesse.
Rappresenta inoltre una sorta di “YouTube” dedicato alla formazione. Chiunque può registrare lezioni, letture di tesine, ricerche, interventi e inviarli in formato audio/video a Oilproject.

La qualità delle lezioni è giudicata dal pubblico attraverso votazioni e meccanismi di valutazione fra pari.
Una sorta di grande agorà virtuale dove le comunità di tutta Italia (sia di attivismo civile, sia studentesco) possono promuovere le iniziative che organizzano nel mondo reale.
Recentemente Oilproject ha implementato nuove sezioni ed opportunità, tra cui l'avvio del primo esperimento di web-talkshow interattivo in cui discutere di attualità in modo diverso. 

La qualità è garantita dai responsabili di sezione: gli economisti di NoiseFromAmerika (Economia), LoSpazioDellaPolitica e IlPost (Politica), Wired (Innovazione e futuro) e Stefano Quintarelli (Internet e Informatica).
Inoltre viene la comunità prova a spostare il dibattito politico dalla televisione a Internet (a partire dalle videochat con Bocchino e Civati), unendo in tal modo destra e sinistra (vedi la lista dei gruppi che partecipano), perché una buona informazione non ha colore politico.

 

L'obiettivo ultimo di Oilproject rimane quello di rendere fruibile ogni lezione tenuta nel mondo fisico, rendendola  disponibile per migliaia di persone che ne potrebbero usufruire gratuitamente in ogni luogo, e magari decine di mesi dopo.
Il sogno è che entro dieci anni tutte le lezioni tenute nelle scuole e nelle università pubbliche vengano condivise online a beneficio, ad esempio, di chi vive in zone con una scarsa offerta didattica, contribuendo così a combattere il digital divide culturale italiano. 

Articoli correlati

Written on 02 Marzo 2010, 16.20 by
Segnalo www.testisemplificati.com, un nuovo strumento gratuito online a disposizione di alunni stranieri o con difficoltà di apprendimento, che possono...
Written on 22 Gennaio 2010, 11.27 by
Mondodiluna.it è un interessante progetto, nato nel 2008 ad Avellino dalla collaborazione tra un’insegnante di scuola primaria e un grafico....
Written on 11 Aprile 2014, 13.34 by
Teacher Maia è il blog di una giovane collega, nato per condividere con altri docenti esperienze di lavoro, idee, strumenti e risorse...
Written on 15 Aprile 2012, 14.40 by
Amica Sofia è innanzitutto un'associazione di promozione sociale che ha lo scopo di promuovere la filosofia con i bambini ed i...
Written on 03 Marzo 2012, 14.14 by
  Segnalo un corso di formazione online per mamme e papà, La scuola dei genitori, curato dalla dr.ssa Maria Grazia Vallorani, psicologa e...