Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


Math Leaper: saltare in alto con la matematica su dispositivi Android e iOS E-mail
Discipline - Matematica
Scritto da Administrator   
Giovedì 15 Marzo 2018 17:03
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Math Leaper è una divertente applicazione Android e iOS gratuita, che può essere utilizzata dalla scuola primaria fino alla scuola secondaria di I grado.

L'obiettivo del gioco è saltare sempre più in alto, rispondendo correttamente alle domande e accumulando l'energia necessaria per evitare di restare intrappolati nel fango.

Math Leaper si focalizza su diversi contenuti matematici come: addizione, moltiplicazione, algebra, ecc e fornisce rapporti dettagliati sui progressi compiuti dagli studenti.

L'applicazione è disponibile in diverse lingue, tra cui l'italiano.

Scarica qui Math Leaper per Android

Scarica qui Math Leaper per iOS

 

Articoli correlati

Written on 08 Agosto 2018, 14.16 by maestroroberto
ClassPad è un nuovo strumento online all-in-one per la matematica, che vi permette di utilizzare tutte le risorse di cui avrete bisogno per...
Written on 29 Giugno 2018, 14.48 by maestroroberto
Immaginate un videogioco che mira a consolidare conoscenze ed abilità, ma, trattandosi di attività ludiche, l'aspetto più...
Written on 07 Gennaio 2015, 19.08 by maestroroberto
  Ecco una serie di strumenti per risolvere equazioni online, passo dopo passo. Sappiate che esistono innanzitutto delle...
Written on 08 Novembre 2015, 10.16 by maestroroberto
XtraMath è un'interessante piattaforma web gratuita dedicata alla matematica nella scuola primaria e impostata come un programma...
Written on 19 Settembre 2017, 15.00 by maestroroberto
DadsWorksheets è un grande contenitore di risorse e strumenti gratuiti per la matematica. Come facilmente deducibile dal nome,...
Written on 04 Febbraio 2017, 15.24 by maestroroberto
Sono tantissime le piattaforme didattiche che permettono di giocare con la matematica, ma sono, per la maggior parte dei casi, in lingua...