Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


Libri digitali prodotti in classe: "Dal Big-Bang al Pianeta Azzurro" e "Poeti a scuola" E-mail
Percorsi didattici - Scuola primaria
Martedì 10 Aprile 2012 13:51
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Il software gratuito per creare libri digitali Didapages continua a fare proseliti.

Oggi vi segnalo altri due lavori, realizzati in classe dalla collega Miranda Filippo, che da sempre crede nella valenza educativa del libro multimediale nella didattica come facilitatore nell'apprendimento e potenziatore delle capacità di memorizzazione. La collega, che cura anche un interessante blog, Esperienze Didattiche 2, lavora in una scuola primaria pugliese e mi descrive una realtà non particolarmente aperta all'utilizzo delle tecnologie nella didattica, la stessa situazione che mi viene rappresentata in realtà da tante altre docenti equamente distribuite sull'intero territorio nazionale, a conferma di quali resistenze ancora oggi siano presenti a modificare, anche solo in parte, metodologie e mezzi di insegnamento, consolidati e "sedimentati" nella prassi didattica nel corso degli anni.

Eppure lavorare con i bambini alla realizzazione di un eBook collegato ad uno specifico percorso didattico contribuisce in misura assolutamente significativa alla realizzazione di quell'apprendimento attivo, personale e consapevole che dovrebbe rappresentare il vero obiettivo di ogni insegnante. E l'uso di strumenti come Didapages non richiede assolutamente la padronanza di particolari competenze tecnologiche, vista l'estrema semplicità di utilizzo.

Ma veniamo ai due libri di Miranda. Il primo, a carattere scientifico, si intitola "Dal Big-Bang al Pianeta Azzurro" e descrive un'esperienza svolta con le classi quarte sulle origini dell'Universo e del Sistema Solare. L'ebook sfrutta appieno le potenzialità interattive di Didapages con l'inserimento di giochi ed attività varie miranti al consolidamento dei contenuti appresi.

Il libro rappresenta un'esperienza di tipo multidiciplinare, considerato che oltre a contenuti di carattere scientifico, sono presenti anche riferimenti relativi alla lingua italiana (una filastrocca) ed attività espressivo/pittoriche.

Il secondo eBook, "Poeti a scuola", è un percorso interdisciplinare incentrato sulla poesia e sulla Primavera in particolare, realizzato sempre da alunni di classe quarta.

Anche in questo caso viene riservato un ampio spazio all'interazione dei bambini, attraverso giochi, attività espressive, esercizi vari, con un ampio ricorso a contenuti audio per stimolare i bambini alternativamente alla lettura e all'ascolto.

Qui potete inoltre scaricare la scheda del progetto, con obiettivi, risultati attesi, modalità di verifica e considerazioni finali che, assieme al prodotto finale, costituiscono la documentazione di processi didattici, condivisibili con un'utenza vasta grazie alla rete e grazie alla bravura e all'entusiasmo delle insegnanti protagoniste di questa esperienza.

Articoli correlati

Written on 07 Febbraio 2011, 19.37 by
Dopo l'unità didattica dedicata alla montagna, la collega Francesca Ravanelli ha condiviso nel suo blog la naturale prosecuzione di quell'esperienza di...
Written on 13 Giugno 2013, 13.54 by
La classe 5B della Scuola Primaria "Dante Alighieri" di Collemarino (AN) ha raccolto e documentato i riassunti, i disegni e i lavori...
Written on 02 Marzo 2011, 15.06 by
La collega del mio Istituto Laura Ciarmatori ha realizzato con i suoi bambini delle classi 5° questi 2 bellissimi libri digitali, utilizzando il...
Written on 27 Giugno 2013, 19.52 by
  La collega Stefania Papi mi invia il bellissimo ebook realizzato con Didapages insieme ai suoi bambini di classe II della scuola...
Written on 27 Febbraio 2013, 14.32 by
  Annamaria Fratangelo è una maestra di sostegno di scuola primaria di campobasso. Mi scrisse qualche anno fa per avere...
Written on 28 Giugno 2011, 14.52 by
Ancora un esempio di utilizzo del programma gratuito per creare libri digitali Didapages. In questo caso gli alunni della classe 5° A della scuola...