Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


La rana lessata E-mail
Opinioni - Varie
Venerdì 12 Dicembre 2008 17:57
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

 


alt


Olivier Clerc, scrittore e filosofo, ha inviato una storiella di
grande ricchezza d'insegnamento.

E' possibile anche visualizzarne una versione in flash qui.
Si tratta del principio della rana lessata. Immaginate un pentolone Pieno
d'acqua fredda nella quale nuota tranquillamente una rana.
Il fuoco è acceso sotto la pentola, l'acqua riscalda pian piano.
Presto diventa tiepida. La rana trova questo piuttosto gradevole e
continua a nuotare. La temperatura continua a salire. Adesso l'acqua è
calda. Un po' più di quanto la rana non apprezzi. Si stanca un po' ma
tuttavia non si spaventa.
  

L'acqua stavolta è veramente calda. La rana comincia a trovare Sgradevole
ciò ma essa si è indebolita, allora sopporta e non fa nulla.
La temperatura continua a salire fino al momento in cui la rana Finisce
semplicemente per cuocere e morire.
Se la stessa rana fosse stata direttamente immersa nell'acqua a 50°,
immediatamente avrebbe dato il giusto colpo di zampa che l'avrebbe presto
proiettata fuori dal pentolone.
Questa esperienza mostra che, quando un cambiamento si effettua in Maniera
sufficientemente lenta, sfugge alla coscienza e non suscita, per la maggior
parte del tempo, nessuna reazione, nessuna opposizione, nessuna rivolta.
Se guardiamo ciò che succede nella nostra società da alcuni decenni, noi
subiamo una lenta deriva alla quale ci abituiamo. Un sacco di cose che ci
avrebbero fatto orrore 20 anni fa, 30 o 40 anni fa, a poco a poco sono
diventate banali, edulcorate, e ci disturbano leggermente, oggi, o lasciano
decisamente indifferenti la gran parte delle persone.
In nome del progresso e della scienza, i peggiori attentati alle Libertà
individuali, alla dignità della persona, all'integrità della natura, alla
bellezza ed alla felicità di vivere, si effettuano lentamente ed
insorabilmente con la complicità costante delle vittime, ignoranti o
sprovvedute. I foschi prresagi annunciati per il futuro, anziché suscitare
delle reazioni e delle misure preventive, non fanno che preparare
psicologicamente il popolo ad accettare le condizioni di vita decadenti,
perfino drammatiche.
Il permanente ingozzamento di informazioni da parte dei media satura i
cervelli che non riescono più a discernere.
Quando ho annunciato queste cose per la prima volta era per domani.
Adesso, è per oggi.
Allora se non siete come la rana, già mezzo cotti, date il colpo di zampa
salutare prima che sia troppo tardi.
 

Articoli correlati

Written on 17 Novembre 2010, 16.53 by
A 90 anni questo umile, grandissimo uomo delle istituzioni e della cultura italiana ci regala una sorta di eredità dal valore...
Written on 24 Dicembre 2008, 19.40 by
In questo periodo dell'anno si tende a preoccuparsi piu' dei valori legati ai concetti di prezzi, costi e preziosi (anche se la congiuntura economica non...
Written on 05 Giugno 2011, 09.39 by
  Politici, tecnici, opinionisti stanno tentando disperatamente di far comprendere l'importanza di andare alle urne il 12 e il 13 giugno per i...

 

Commenti  

 
#1 Olivier Clerc 2009-12-26 20:04 Hello, Buon Giorno, Bonjour !
My book will come out in Italian with Bompiani next year, with the story of frog, and 6 other ones just as nice. It is already available in 9 languages. Here is the English site : www.lessonsfromafrog.com
Kind regards and best to you all,
Olivier
Citazione