Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


Piattaforma didattica per la scuola primaria: Cyberkidz E-mail
Risorse - Recensione siti utili
Mercoledì 06 Aprile 2011 22:05
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Cyberkidz è una piattaforma didattica per alunni delle scuole primarie, progettata per l'utilizzo in classe tramite LIM o su singoli pc, in questo caso anche come attività di esercitazione a casa.
I bambini possono misurarsi con giochi dedicati alla matematica, alla lingua inglese, alle scienze, alla geografia, alla creatività. È possibile operare scelte per argomento o per età,  dai 4 agli 11 anni.

È sconfortante notare come il sito sia accessibile in diverse lingue - francese, olandese, spagnolo, portoghese, tedesco e molto altro, ma non in italiano .
Ma aldilà di questa osservazione i giochi e le attività presenti sono molto curati, colorati e in grado di catturare l'interesse e la curiosità dei bambini.

Articoli correlati

Written on 12 Ottobre 2009, 17.26 by
Segnalo oggi un blog davvero interessante, Crescere Creativamente, nato meno di un anno fa ma già entrato nelle weblist di tanti navigatori online,...
Written on 17 Ottobre 2010, 20.22 by
Il blog  Mamma e Bambini è un ricco contenitore di risorse per i bambini, utili anche per gli insegnanti perchè molto del materiale presente è...
Written on 09 Gennaio 2012, 21.02 by
Scuolachefarete.it è una comunità di docenti online progettata da uno staff di formatori, giornalisti, professionisti della comunicazione e studenti...
Written on 06 Novembre 2010, 15.47 by
Educational Freeware è un sito che recensisce le migliori risorse gratuite per l'apprendimento: giochi, applicativi e siti web. Potrete ricercare...
Written on 07 Novembre 2013, 16.55 by
Conosciamo Cinzia Chelo per Matematicaweb.it, grande contenitore di materiali per la matematica. Ora la collega ha deciso di aggiungere...
Written on 26 Marzo 2010, 21.17 by
Homeschooling o Scuola familiare sono termini poco conosciuti, perché sono poche le famiglie che si avvalgono della possibilità di fare scuola in casa....