Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


EDURISK: educare alla riduzione del rischio E-mail
Discipline - Scienze
Sabato 16 Novembre 2013 14:42
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Il progetto EDURISK propone come una serie di percorsi, da intraprendere con insegnanti e alunni, attraverso conoscenze e abilità, per arrivare a un obiettivo concreto: la riduzione del rischio.

Per difendersi dal rischio bisogna prima conoscerlo. Nessuna azione preventiva individuale o collettiva è altrimenti efficace.

La conoscenza riguarda il tipo di rischio che si vuole affrontare, ma anche il contesto naturale, culturale e storico. Un terremoto, un'eruzione o un'alluvione non sono solo eventi geologici, prodotti da cause fisiche e con effetti di ordine materiale. Sono il frutto di lunghe trasformazioni, hanno cause e effetti che si protraggono nel futuro e investono anche l'ambiente umano. Cambiano il paesaggio, modificano le mentalità e i costumi, entrano nelle narrazioni.

EDURISK costruisce strumenti e percorsi di apprendimento per la scuola, valorizzando il sapere in sé, il sapere essere (la consapevolezza del rischio) e il saper fare (la capacità di mettere in atto comportamenti adeguati alle circostanze).

EDURISK ha pubblicato libri, opuscoli e dvd a supporto del progetto formativo e di diffusione delle conoscenze sul rischio sismico e vulcanico.

Una serie di volumi (la guida per gli insegnanti "Se arriva il terremoto" e "A prova di terremoto") è stata espressamente pensata come supporto all’attività didattica per i diversi livelli scolastici. I libri nascono dall’esperienza dei ricercatori e dalla sperimentazione svolta insieme agli insegnanti coinvolti nel progetto. Le finalità e i contenuti dei singoli volumi sono descritti nelle sezioni corrispondenti alle fasce d’età:

Gli speciali “Terremoti: come e perché” sono dedicati a singole regioni e forniscono dettagli sulla sismicità locale e le valutazioni di pericolosità e rischio.

Il dvd, “Terremoti e città fantasma in Sicilia” è un’opera multimediale destinata a un pubblico più vasto. Attraverso un viaggio virtuale tra città abbandonate in seguito a grandi terremoti del passato si possono riconoscere le tracce di eventi che hanno segnato indelebilmente il territorio e riscoprire luoghi e storie dimenticate.
L’opera è il risultato di un lavoro di ricerca storica e documentazione fotografica che EDURISK continua a portare avanti (è imminente la pubblicazione del dvd sulla Calabria). Oltre alla produzione di altri dvd, è in corso un censimento nazionale dei luoghi, degli edifici e delle tracce iconografiche e culturali di passati terremoti. Una ricerca aperta alle segnalazioni, che possono essere fatte direttamente nella pagina ITINERARI del sito.

I volumi sono disponibili in una versione a bassa risoluzione o possono essere richiesti gratuitamente in copia cartacea compilando il form o scrivendo all’indirizzo: EDURISK, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Sezione di Bologna, Via Donato Creti 12, 40128, Bologna.  

Scarica i volumi in ITALIANO o in ALTRE LINGUE

Articoli correlati

Written on 08 Novembre 2012, 19.42 by
Segnalo un progetto promosso dall'Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, consistente nel pacchetto didattico...
Written on 07 Agosto 2012, 14.12 by
Il sito web di Michael Bach propone ben 98 illusioni ottiche e fenomeni visivi davvero speciali. La maggior parte degli effetti che...
Written on 17 Dicembre 2012, 20.46 by
Mars 3D è un portale della NASA che vi permette di osservare immagini di Marte in 3D, che possono essere visualizzate con gli...
Written on 24 Gennaio 2011, 21.04 by
Science Index, è un grande contenitore di link e risorse per l'insegnamento delle scienze in lingua inglese. Tra i tanti argomenti che potrete...
Written on 20 Novembre 2009, 18.43 by
La maestra MPM ci propone una serie di suggerimenti per docenti alle prese con la classificazione delle foglie in ambito scientifico, solitamente previsto...
Written on 21 Dicembre 2010, 14.41 by
Oggi sarà il giorno più buio da quattrocento anni: quest’anno il 21 dicembre, giorno del solstizio di inverno, coincide con un’eclissi ...