Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Per iscriversi alla newsletter Maestro Roberto inviare una mail all'indirizzo info@robertosconocchini.it con oggetto Iscrizione newsletter e testo vuoto

Antica città romana scoperta grazie al georadar E-mail
Discipline - Storia
Scritto da Administrator   
Domenica 14 Giugno 2020 12:49
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Un gruppo di scienziati dell'Università di Cambridge e dell'Università di Gand ha fatto una delle scoperte più importanti del 2020.

Sono stati capaci di mappare un'antica città romana situata in provincia di Viterbo, usando un georadar e senza scavare un solo metro di terra.

La ricerca ha dimostrato che questa antica città si chiamava Falerii Novi e copriva una superficie complessiva di circa 30,5 ettari.

Si trattava di una città murata, già abitata nel 241 a.C., con negozi, un teatro, un mercato, un tempio, un acquedotto, un monumento, terme e persino un piscina pubblica.

La presenza di imponenti edifici pubblici, messa a confronto con altre città romane della stessa dimensione in tutta Italia, fa ritenere che Falerii Novi fosse piuttosto importante e strategica, nella sua ubicazione lungo la valle del fiume Tevere.

Ma come è possibile ricavare tutte queste informazioni senza scavare nulla? L'archeologo Martin Millet, un ricercatore dell'Università di Cambridge, insieme al suo team di collaboratori, ha usato un piccolo quad fuoristrada sul quale è stato agganciato una specie di rimorchio sul quale sono stati collocati vari radar penetranti nel terreno, che consentono di sondare il sottosuolo a diverse profondità e quindi a determinare come la città si è evoluta nel corso dei secoli.

Secondo una pubblicazione del blog dell'Università di Cambridge , “Alla Falerii Novi, abbiamo raccolto 71,7 milioni di dati, ognuno dei quali è composto da 400 campioni temporanei, equivalenti a 28,68 miliardi di punti dati, circa 4,5 GB di dati grezzi per ettaro" .

Il risultato di questa ricerca rappresenta una vera e propria svolta per l'archeologia e rappresenta il primo passo l'estensione dell'uso dei georadar, come già annunciato, per altre grandi città antiche come Mileto in Turchia o Nicopoli in Grecia.

 

Articoli correlati

Written on 17 Novembre 2016, 17.10 by maestroroberto
Avevo già segnalato il Progetto Memoria realizzato da Eyal Lerner, allo scipo di avvicinare le giovani generazioni alla conoscienza e...
Written on 12 Aprile 2018, 10.08 by maestroroberto
Ho già parlato in passato del portale didattico www.studiamoinrete.it, ora non più aggiornato ma che conserva ancora intatto tutto...
Written on 24 Settembre 2017, 12.46 by maestroroberto
In piena fase di progettazione delle attività didattiche segnalo nuovamente la possibilità di inserire il tema della Shoah...
Written on 20 Marzo 2016, 10.17 by maestroroberto
Timeglider è un sito web che permette di creare timeline interattive in HTML5, quindi utilizzabile con qualsiasi...
Written on 29 Agosto 2017, 15.59 by maestroroberto
Ancient Earth Globe è un'applicazione web ci mostra come è cambiata la fisionomia della Terra nel corso degli ultimi 600 milioni...
Written on 26 Ottobre 2014, 15.49 by maestroroberto
Eyal Lerner è un musicista israeliano che vive a Genova e da anni promuove diversi progetti alle scuole, in particolare uno...