Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


Meet: un'estensione per alzare la mano... alzando la mano E-mail
Risorse - Utility
Scritto da Administrator   
Venerdì 08 Gennaio 2021 17:55
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Se la vostra scuola utilizza Google Meet per le videochiamate, vi propongo un' estensione per tentare di rendere più simile alla realtà la partecipazione alle lezioni.

Seguendo quanto già fatto da altre piattaforme di videoconferenza, Meet da tempo ha implementato l'opzione "alza la mano", attraverso la quale è possibile richiedere il proprio turno per parlare senza interrompere chi ha la parola. Il modo tradizionale per attivare questa funzione è tramite un pulsante a esso dedicato. Ora, con l'aiuto di Raise Hand To Raise Hand, questa opzione può essere attivata alzando la mano, fisicamante, davanti alla webcam.

Disponibile per Chrome e supportata dalla maggior parte dei browser basati su Chromium (Edge, Brave e altri), questa estensione si occupa del monitoraggio in tempo reale dei movimenti davanti alla videocamera durante una sessione di videoconferenza su Meet, grazie all'uso di un algoritmo di Intelligenza Artificiale. Se gli studenti alzano la mano, attiveranno o disattiveranno l'opzione che la piattaforma prevede per avvisare i partecipanti della prenotazione di un intervento.

Ci sono due modi per usare questo strumento: una “modalità scuola”, che mantiene attivo il segno di richiesta per i turni di parola mentre la vostra mano rimane alzata; e una "modalità riunione", che semplicemente alzando la mano attiva il segno di richiesta del turno, richiedendo di ripetere l'operazione per disattivarla.

L'estensione, una volta installata, è abilitata di default e automaticamente ottimizzata per ridurre al minimo l'impatto sulle prestazioni del computer e sulla durata della batteria. All'interno dell'interfaccia di Meet, apparirà una piccola icona a forma di mano nell'angolo in alto a destra, dalla quale potrete accedere alle impostazioni Alza mano per alzare mano.

A livello di privacy, questa estensione afferma di non raccogliere o trasmettere dati personali di alcun tipo. Tutto il lavoro di riconoscimento che c'è dietro viene svolto localmente sul computer e questo è uno dei motivi per cui potreste riscontrare un certo rallentamento nell'inserimento di una videochiamata, poiché l'intero sistema inizia il tuo processo di caricamento insieme a Meet. Nonostante l'impatto iniziale, ciò non dovrebbe compromettere le prestazioni durante lo svolgimento di videochiamate. I suoi sviluppatori hanno promesso di risolvere questo problema in un futuro aggiornamento.

Un'altra difficoltà potrebbe sorgere quando si utilizza questa estensione su alcuni computer Mac. Quelli che hanno il chip M1, siano essi MacBook o Mac Mini, non sono attualmente supportati, a causa di problemi di compatibilità con Tensorflow, una libreria open source per l'apprendimento automatico, utilizzato da questo strumento.

Rise Hand To Rise Hand è un'estensione open source, disponibile su GitHub e su Chrome Web Store

 

Articoli correlati

Written on 23 Aprile 2020, 15.21 by maestroroberto
Torno a parlare di Google Meet, la regina delle piattaforme per la videoconferenza e per la didattica a distanza in modalità...
Written on 25 Maggio 2020, 18.27 by maestroroberto
Da sabato scorso si è verificato un problema di visualizzazione delle griglie di Google Meet.  In pratica, invece di...
Written on 04 Novembre 2020, 16.25 by maestroroberto
  La versione web browser di Meet consente finalmente di cambiare sfondo. Da oggi potrete dunque avviare le vostre videochiamate...
Written on 07 Settembre 2020, 19.23 by maestroroberto
Marimba è un nuovo, intrigante strumento di collaborazione con cui, a distanza, è possibile lavorare su progetti...
Written on 28 Marzo 2020, 09.03 by maestroroberto
Un'estensione per Chrome ci consente di visualizzare tutti gli studenti connessi durante una videconferenza con Google Meet. Si scarica da...
Written on 18 Aprile 2020, 17.38 by maestroroberto
Una delle richieste più ricorrenti da parte degli utilizzatori di Google Meet per le videoconferenze, è quella di poter...