Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


3 tipi di e-mail che non dovreste mai aprire E-mail
Risorse - Sicurezza
Scritto da Administrator   
Domenica 13 Maggio 2018 10:26
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Aprire un'e-mail, di questi tempi, può essere un azzardo! Ogni giorno infatti riceviamo sempre più messaggi su diversi temi, ma alcuni tra questi nascondono insidie assolutamente da evitare, come rubare informazioni personali o minacciare la nostra sicurezza.

 

Sul web troviamo centinaia di truffe, ma possiamo anche imbatterci in e-mail che possono rubare i nostri dati e i nostri soldi senza che ce ne accorgiamo.

In questi casi è solo necessaria un po' di pridenza e qualche accortezza, per cui vi suggerisco almeno 3 tipologie di e-mail che non dovreste aprire per alcun motivo, anche solo per curiosità.

FATTURA IN ALLEGATO

Uno dei modi più ricorrenti utilizzati dai ransomware, i virus che criptano i dati del vostro disco fisso che viene "liberato" solo dopo il pagamento di un riscatto, è quello di inviare email con allegati riconducibili a fatture di notissime aziende (TIM, ENEL, Vodafone) o di soggetti sconosciuti che vi informano di un determinato acquisto. Gli allegati email, tra i vettori più utilizzati per diffondere virus e minacce, devono sempre essere trattati con estrema cura. Aprite un allegato solo quando conoscete il mittente e, per maggiore sicurezza, richiedete un’ulteriore conferma da parte di quest’ultimo. Dal momento che molto spesso si tratta di file Office manipolati, bisognerebbe sempre disattivare le macro. File eseguibili non dovrebbero mai essere aperti.

VINCITORI DI UN PREMIO, UN CONCORSO, UN SORTEGGIO

Se non avete partecipato a nessuna lotteria o qualcosa di simile, dovreste evitare a tutti i costi di aprire un'e-mail chevti certifica come vincitori di una concorso a premi. Inoltre, se davvero aveste partecipato ad una di queste competizioni, è improbabile che la modalità di comunicazione avvenga via mail, poiché solitamente l'informazione perviene attrverso il telefono.

 

RICHIESTE VARIE DA BANCHE ED UFFICI POSTALI

Se ancora non lo sapete, il pishing è la tecnica utilizzata dai truffatori con cui si fingono funzionari di una banca, di un ufficio postale o di un'azienda per rubare i nostri soldi facendo, chiedendoci di cliccare su un link o di compilare un modulo.

Per evitare di cadere in questi tranelli, assicuratevi di aver stipulato accordi o contratti con un'azienda o una banca. Quindi, cercate in Internet informazioni simili a quelle che sono arrivate a conferma che la banca o l'impresa utilizzino abitualmente determinate opzioni, offerte, sconti, moduli e così via.

 

Nuovi sistemi di sicurezza vengono costantemente aggiunti a tutti gli strumenti digitali, ma è anche importante ricordare che ogni giorno ci sono nuovi truffatori alla ricerca di aggirarli e di violare la nostra privacy e prelevare i nostri risparmi.

Per questo, un utilizzo accorto e prudente della nostra posta elettronica diventa assolutamente fondamentale.

 

Articoli correlati

Written on 27 Luglio 2017, 17.21 by maestroroberto
I ricercatori di ESET hanno identificato Stantinko, una backdoor modulare che attraverso un complesso sistema di infezione spinge le vittime...
Written on 17 Febbraio 2013, 20.17 by
KidSmart è una piattaforma web che, attraverso una serie di consigli a fumetti rivolti a insegnanti e genitori, favorisce un approccio...
Written on 10 Novembre 2017, 19.55 by maestroroberto
Tutti gli affezionati utilizzatori di Windows Movie Maker, alla ricerca del download del noto programma di editing video non piu' integrato...
Written on 14 Ottobre 2017, 16.49 by maestroroberto
I ricercatori di ESET hanno scoperto DoubleLocker, un innovativo malware per Android che combina un astuto meccanismo di infezione con due potenti...
Written on 20 Settembre 2016, 15.30 by maestroroberto
Che si tratti di Pokémon Go, Grand Theft Auto o World of War Craft, i giochi online possono creare una certa dipendenza e una nuova...
Written on 31 Ottobre 2013, 13.46 by
I bambini e gli insegnanti della scuola primaria possono partecipare a "Napo per gli insegnanti", un interessante progetto...

 
COPIA SNIPPET DI CODICE