Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


Syncthing: sincronizzare file tra computer E-mail
Risorse - Utility
Scritto da Administrator   
Venerdì 31 Gennaio 2020 16:25
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Se avete la responsabilità di gestire un laboratorio di informatica o, semplicemente, avete più di un computer e desiderate trasferire dati da un dispositivo a un altro, operare in modo tradizionale può essere un compito lungo e noioso.

Oggi esiste un'alternativa al trasferimento di dati attraverso supporti fisici e al caricamento di file sul cloud, grazie a Syncthing, uno strumento multipiattaforma gratuito e open source che vi consente di sincronizzare i dati tra computer collegati alla stessa rete.

In pratica, la creazione, la modifica o la cancellazione di file su una macchina verranno replicate automaticamente sugli altri dispositivi. Questo strumento non carica i vostri dati sul cloud, ma li scambia attraverso dispositivi sincronizzati non appena sono online contemporaneamente.

Potete configurare e monitorare Syncthing grazie a un'interfaccia accessibile tramite browser web. Funziona su Mac OS X, Windows, Linux, FreeBSD, Solaris e OpenBSD. La sincronizzazione dei file non richiede all'utente di manipolare gli indirizzi IP o le impostazioni avanzate. Funziona semplicemente tramite LAN e Internet.

L'applicazione rispetta totalmente la privacy dei suoi utenti in quanto nessuno dei vostri dati viene archiviato in fuori dalle macchine. Inoltre, tutte le comunicazioni all'interno di questo servizio sono assicurate da TLS. La crittografia utilizzata è stata implementata per impedire a qualsiasi spia di accedere ai vostri dati.

Il suo protocollo operativo è ampiamente descritto nella documentazione di Syncthing. Inoltre, grazie alla sua adesione alla filosofia open source, l'intero codice sorgente dell'applicazione è disponibile su GitHub. In questo modo viene esclusa la possibilità che ci siano fini nascosti per questo progetto.

Durante il processo di trasferimento, Syncthing frammenta i vostri file in pezzi, chiamati blocchi. Pertanto, diversi dispositivi possono condividere il carico di sincronizzazione, in modo simile al protocollo torrent.

Se rinominate un file o ne aggiornate i metadati, Syncthing agirà in modo conseguente. Ciò significa che la modifica del nome di un file di grandi dimensioni non comporta la completa ritrasmissione di quel file. Inoltre, l'aggiunta di nuovi dati a file di grandi dimensioni già sincronizzati viene eseguita in modo automatico, aggiornando solo le sue parti compromesse.

La velocità di sincronizzazione dipende dalla capacità di elaborazione delle macchine e dalla larghezza di banda della connessione Internet.

Per scaricare gratuitamente Syncthing, cliccate qui .

 

Articoli correlati

Written on 03 Aprile 2018, 10.56 by maestroroberto
Come già accaduto con moltre altre webapp, anche Padlet, dopo aver catturato l'attenzione e l'entusiasmo di tanti affezionati...
Written on 30 Agosto 2017, 15.34 by maestroroberto
Per chi, come il sottoscritto, ha la necessita di reperire informazioni interessanti da siti web stranieri, la necessità di disporre di un...
Written on 17 Aprile 2018, 13.13 by maestroroberto
  Tra le diverse piattaforme che ci permettono di videocomunicare con altre persone in privato, ve ne suggerisco una particolarmente...
Written on 13 Novembre 2016, 09.58 by maestroroberto
Se avete la necessità di inserire una serie di indirizzi in una mappa, in riferimento, ad esempio, a partecipanti a qualche inziativa...
Written on 16 Novembre 2019, 18.06 by maestroroberto
"Mi passi il file?" "Non ho una chiavetta!" "Allora giramelo via mail!" "Aspetta che dal telefono non riesco ad...
Written on 20 Giugno 2020, 11.06 by maestroroberto
Capita spesso di segnalare strumenti per convertire PDF in formati di testo editabili. In questo caso vi sugerisco un servizio davvero...