Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Per iscriversi alla newsletter Maestro Roberto inviare una mail all'indirizzo info@robertosconocchini.it con oggetto Iscrizione newsletter e testo vuoto

Meet aggiunge controlli per la sicurezza degli insegnanti E-mail
Risorse - Utility
Scritto da Administrator   
Lunedì 14 Settembre 2020 14:24
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Nelle scuole secondarie di II grado si possono già attivare organizzazioni di tipo complementare tra didattica in presenza e a distanza. Nella scuola di base la possibilità che singole classi, interi plessi o, peggio ancora, tutte le scuole possano essere costrette a chiudere i battenti per periodi più o meno lunghi, rappresenta un vero e proprio incubo che tutti vorremmo scongiurare.

Per questo, Google Meet, la piattaforma più usata per la didattica sincrona, aggiunge una serie di funzionalità per gli insegnanti che utilizzano G Suite for Education.

Lo svolgimento di una videoconferenza richiede condizioni di estrema sicurezza, che Google Meet progressivamente cerca di assicurare, attraverso l'aggiunta di nuovi controlli per la gestione delle riunioni.

Ad esempio, ora gli insegnanti possono controllare e decidere chi è autorizzato a condividere lo schermo durante la videoconferenza. Sebbene questa opzione sia già abilitata per impostazione predefinita, i docenti possono modificare le impostazioni per soddisfare le esigenze di ogni classe dalla versione web di Google Meet.

Un altro dettaglio che può essere controllato in questo aggiornamento è la chat. Utilizzando i nuovi controlli, Meet consentirà a breve di abilitare o disabilitare i messaggi di chat durante la riunione. Pertanto, se i docenti scoprono che la chat diventa una distrazione per gli studenti durante la riunione o la lezione, potranno disabilitarla dalle impostazioni di Google Meet.

Un dettaglio da tenere a mente è che tutte le chat non vengono mai perse. Quando l'opzione è disattivata, viene semplicemente annullata temporaneamente, ma i messaggi inviati e ricevuti rimangono nella cronologia della chat. 

Ricordo che Google Meet aveva già implementato altre funzioni per garantire la sicurezza delle riunioni, come l'opzione che impedisce agli utenti anonimi di partecipare alle videoconferenze e per migliorarne la qualità, come la cancellazione del rumore di fondo.

 

Articoli correlati

Written on 04 Febbraio 2020, 16.25 by maestroroberto
XROOM è un servizio di videoconferenza e webinar user friendly, gratuito e sicuro. Permette la condivisione dello schermo, lo...
Written on 16 Marzo 2020, 20.59 by maestroroberto
Uno dei problemi rilevati da chi sta usando Hangouts Meet per videoconferenze è quello di far ascoltare l'audio del pc mentre si...
124198
Written on 23 Settembre 2020, 19.41 by maestroroberto
Proficonf è una piattaforma per videoconferenze, meeting online e webinar in tempo reale. Per utilizzarlo non è necessario...
Written on 28 Luglio 2021, 16.01 by maestroroberto
Piattaforme per videoconferenze ce ne sono già tante, perchè dunque segnalarne di nuove? Provate Tilde e vi renderete...
Written on 04 Maggio 2018, 12.28 by maestroroberto
Se siete alla ricerca di uno strumento comunicare online internamente alla classe, una delle migliori soluzioni è certamente BackChannel...
Written on 07 Luglio 2020, 12.27 by maestroroberto
Arriva dall'India uno dei più agguerriti concorrenti alle piattaforme per videoconferenze. Si chiama JioMeet, il rivale più...