Maestro Roberto - Tecnologie e didattica

Iscriviti alla Newsletter (no @hotmail - @live)


Regole per proteggere i bambini online E-mail
Risorse - Sicurezza
Scritto da Administrator   
Martedì 13 Agosto 2019 15:43
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Serge Tisseron, illustre psichiatra infantile, psicoanalista e autore di grandi libri di successo, tra cui "La regola del 3-6-9-12", suggerisce ai genitori di evitare ai bambini la navigazione in internet fino ai 9 anni e di farli accompagnare in questa esperienza da insegnanti o genitori nel periodo 9-12 anni.

In realtà accade che l'approccio con la rete da parte dei bambini venga sempre più anticipato e che sempre maggiori risultino le insidie a cui vengono precocemente esposti. Il problema è reso ancora più grave dalla scarsa conoscenza da parte degli adulti degli ambienti digitali abitati dai nostri bambini, delle modalità con cui gli stessi si relazionano con questa realtà che non rappresenta più un'alternativa virtuale a quella reale, ma che si sovrappone in maniera da renderle indistinguibili.

Proprio per aiutare la famiglia a mantenere al sicuro i lori figli mentre si lanciano all'esplorazione del mondo e di se stessi attraverso intenet, suggerisco la lettura di un recentissimo articolo da www.broadbandsearch.net, che propone 17 regole per proteggere il bambino online. Oltre a scoprire alcuni dati aggiornatissimi sulle abitudini dei minori in rete, troverete alcuni spunti utilissimi per prevenire le peggiori minacce della rete (cyberbullismo, predatori sessuali, furti di identità, contenuti violenti, ecc) e dei suggerimenti pratici su come accompagnare e rassicurare figli o alunni  navigare sicuri.

Uno dei tanti spunti di riflessione dell'articolo è scoprire quella specie di sottocodice linguistico che ha cominciato ad essere utilizzato negli USA e che si serve di acronimi e numeri per trasmettere significati codificati, incomprensibili a chi non ha la chiave di lettura necessaria. Internet Safety 101, il maggiore punto di riferimento per genitori ed educatori in materia di minori e sicurezza in rete, si è occupata di catalogare i codici attualmente usati. Eccone alcuni:

143 - Ti amo

182 - Ti odio

420 - Marijuana

CTN - Non posso parlare ora

CD9 - Genitori nei paraggi

GNOC - Nudo in cam

KPC - Mantenere i genitori all'oscuro

GYPO - Spogliati

MOS/POS - Mamma/Papà alle spalle

LMIRL - Incontriamoci nella vita reale

TDTM - Dimmi porcherie

PCM - Per favore chiamami

Insomma, una guida aggiornata a conoscere più da vicino un mondo che presenta rischi sempre nuovi e diversi. 

Vai al post 17 regole per proteggere il mio bambino online - Internet Safety Kids

 

Articoli correlati

Written on 16 Maggio 2017, 14.29 by maestroroberto
Venerdì scorso, il Ransomware WannaCrypt ha causato un disastro globale, infettando numerose organizzazioni ed utenti domestici con i...
Written on 22 Dicembre 2015, 14.39 by maestroroberto
E’ ormai noto che Internet rappresenta una vastissima fonte di informazioni e che alcune di queste vengono utilizzate in maniera...
Written on 29 Settembre 2016, 16.53 by maestroroberto
Immagine: www.uidaho.edu Cresce in Italia l’allerta sul phishing, la trappola informatica che utilizza allegati o link...
Written on 30 Maggio 2017, 20.06 by maestroroberto
Il vamping, ovvero la tendenza dei ragazzi a navigare su Internet durante la notte - e già diffusa tra gli adolescenti - ha ora contagiato...
Written on 26 Luglio 2016, 16.57 by maestroroberto
Foto: www.agi.it Quarantanove anni fa, se avevi bisogno di contanti dovevi recarti in banca e richiederli alle casse. Dal 27 giugno del...
Written on 20 Aprile 2017, 15.33 by maestroroberto
Quando un progetto di sensibilizzazione suoi pericoli della rete nasce e viene promosso dai ragazzi stessi, occorre assolutamente prestare la...